Calvin Harris racconta a Zane Lowe il nuovo album e le collaborazioni da Charlie Puth a Jorja Smith

Il DJ e producer scozzese ha parlato del suo nuovo album “Funk Wav Bounces Vol. 2” durante un’intervista su Apple Music 1
Calvin Harris
Calvin Harris, foto di Simon Thirlaway

Calvin Harris ha pubblicato oggi, venerdì 5 agosto, il suo nuovo album Funk Wav Bounces Vol. 2. Nel progetto sono presenti ben 23 artisti, tra cui Lil Durk, Pusha T, Charlie Puth, Shenseea. E ancora: Busta Rhymes, Jorja Smith, Snoop Dogg e Swae Lee.


Il DJ e producer scozzese ha raccontato alcuni dettagli del nuovo album a Zane Lowe durante un’intervista su Apple Music 1. Calvin Harris ha parlato non solo di Funk Wav Bounces Vol. 2 ma anche della collaborazione con Charlie Puth e Shenseea per Obsessed e del legame con Jorja Smith e Donae’O.


«Quest’album è da ascoltare durante i viaggi in macchina, in spiaggia o cose del genere. Quando vivevo ancora a Los Angeles andavo in macchina in un posto chiamato Idyllwild e ascoltavo un sacco di rock psichedelico mentre salivo in montagna, in senso sia letterale che figurato (“get high” significa anche “sballarsi”, ndr), e mentre tornavo indietro», ha raccontato Calvin Harris a Zane Lowe.

«Cerco di fare buona musica, senza forzare nulla. Cerco di collaborare con persone che vogliono lavorare con me. Non mi adeguo alla mentalità moderna. Voglio solo fare dei buoni brani, e se vi piacciono bene, altrimenti va bene lo stesso». E il DJ ha poi aggiunto: «Penso che le persone sappiano cosa è merda e cosa non lo è».

Calvin Harris ha poi raccontato a Zane Lowe quali sono le collaborazioni del nuovo album che lo entusiasmano di più. «Per me, guardando alla musica che ho ascoltato da ragazzo, avere Pharrell e Pusha T in una canzone è importante».

Sempre parlando di collaborazioni, il DJ si è soffermato su Obsessed, brano con Charlie Puth e Shenseea. «Non volevo che la voce di Charlie fosse necessariamente come nei suoi dischi. Quando sei Charlie Puth, puoi fare qualsiasi cosa. Ci siamo dati delle indicazioni e lui è stato fantastico. E poi Shenseea ha dato qualcosa in più al tutto. Mi ha ricordato quei brani hip hop degli anni ’90, con un sample commerciale un po’ da discoteca. Volevo lavorare davvero con lei, ho pensato: “Beh, questo sicuramente funzionerà”. Ed è stato così, perché lei è brillante».

Oltre a parlare di Charlie Puth e Shenseea, Calvin Harris si è soffermato sul suo rapporto con Jorja Smith, raccontando durante l’intervista a Apple Music 1: «È stato incredibile. Mi ha sorpreso, perché è stata davvero ricettiva. Credo che il brano sia venuto fuori in modo straordinario. Quando ha pubblicato, credo nel secondo album, questa canzone intitolata Bussdown, la sua voce sembrava aver raggiunto un nuovo livello. Ho rispolverato quel disco e ho pensato: “Wow, se riuscissi a farla suonare così sarebbe semplicemente fenomenale”. E in effetti il suono si è trasformato, senza troppe difficoltà».

Infine, durante la lunga intervista con Zane Lowe, Calvin Harris ha parlato anche dei suoi show a Ibiza. «È stato fantastico. Voglio dire, più di ogni altra cosa, che è stato bello vedere persone felici che si divertivano. I miei concerti sono stati fantastici. Voglio suonare le mie canzoni e da quando ho fatto lo spettacolo all’Hampden Stadium le metto ancora di più. Alla fine ho pensato: “Sai cosa? Sono belle e la gente le conosce, quindi non c’è nulla di cui vergognarsi».


Articolo Precedente
Megan Thee Stallion - foto di Marcelo Cantu

Megan Thee Stallion: il titolo del prossimo album è “Traumazine”? Le ipotesi dei fan

Articolo Successivo
Rototom Sunsplash

Rototom Sunsplash, torna il festival reggae dal 16 al 22 agosto a Benicàssim

Articoli correlati

Total
1
Share