Sugar Music Publishing rappresenterà in Italia il catalogo editoriale della Warp

La casa discografica guidata da Filippo Sugar ha siglato un accordo con la divisione editoriale della nota etichetta che segue artisti di culto come Lorenzo Senni e Oneohtrix Point Never
Filippo Sugar - Siae

Sugar Music Publishing ha siglato un accordo con Warp Publishing che consentirà alla casa discografica guidata da Filippo Sugar di rappresentare in Italia l’intero catalogo editoriale dell’etichetta di culto di stanza a Londra e Los Angeles. Lo ha annunciato la Sugar stessa con un comunicato sul suo sito web.

Le due società, si legge nella nota stampa, “lavoreranno insieme per sviluppare opportunità creative e commerciali e per gestire i costanti cambiamenti in corso nel business delle edizioni musicali”.

«Qui in Sugar Music siamo molto orgogliosi di questa partnership», ha detto il CEO Filippo Sugar. «Warp Publishing rappresenta uno dei cataloghi più importanti e rinomati nel panorama inglese delle edizioni musicali. La loro visione creativa e la loro imprenditorialità combaciano perfettamente con quelle di Sugar».

Aggiunge Theo Seffusatti, general manager di Warp Publishing: «Siamo entusiasti di aver trovato un partner come questo in Italia. Come publisher indipendente, Sugar Music ha costruito un catalogo iconico. E condivide il nostro impegno a creare opportunità creative uniche per gli artisti che noi rappresentiamo».

Warp Publishing è la divisione editoriale della celebre Warp Records. Ha un’esperienza trentennale nella creazione di opportunità per gli artisti, da accordi di sincronizzazione e colonne sonore al songwriting e alle collaborazioni. Il suo variegato roster include acclamati artisti come Battles, Boards of Canada, Oneohtrix Point Never, Danny Brown, Lorenzo Senni, Clap! Clap!, Caterina Barbieri.

Articolo Precedente
L'isola di Zante e la sua spiaggia più famosa

Nostalgia di festival di musica elettronica? Arriva il Gem a Zante

Articolo Successivo
Il manifesto di Achille Lauro, sarebbe dovuto comparire in Corso Como. Fonte: Instagram

Achille Lauro, censurato il cartellone con lui su una croce di Big Babol

Articoli correlati
Total
1
Share