Leonard Cohen, il catalogo è stato acquistato da Hipgnosis

Hipgnosis Song Management ha acquistato i 278 brani del cantautore, tra cui le celebri Hallelujah, Suzanne e Bird on a Wire
Leonard Cohen
Leonard Cohen, foto di Paul Butterfield/Getty Images

Hipgnosis Song Management ha trovato un accordo con gli eredi di Leonard Cohen per l’acquisto del catalogo del cantautore canadese. Secondo i termini dell’accordo, Hipgnosis ha ottenuto i diritti d’autore delle 211 canzoni composte da Cohen dall’inizio della sua carriera fino al 2000. Inoltre ha ottenuto la proprietà totale delle 67 canzoni scritte tra il 2001 e la sua morte, avvenuta nel 2016, per un totale di 278 brani.


Tra questi sono presenti anche i lavori più noti di Leonard Cohen, come Hallelujah, Suzanne e Bird on a Wire.


«Essere i custodi e i gestori delle incomparabili canzoni di Leonard Cohen è una responsabilità meravigliosa, ma molto seria, che affrontiamo con entusiasmo e di cui comprendiamo pienamente l’importanza». A dirlo è Merck Mercuriadis, fondatore di Hipgnosis, in una dichiarazione.

«Leonard ha scritto canzoni che hanno cambiato le nostre vite. Oltre a Hallelujah, ci sono tantissimi brani che non vediamo l’ora di ricordare al mondo ogni giorno», ha continuato Mercuriadis. «Leonard Cohen è venerato in tutto il mondo per la grandezza del suo lavoro».

Negli ultimi anni Hipgnosis ha acquistato i cataloghi di numerosi grandi artisti. Tra questi: Neil Young, Lindsey Buckingham e Christine McVie dei Fleetwood Mac, il produttore Bob Rock e i Red Hot Chili Peppers.


Articolo Precedente
Dua Lipa

Dua Lipa è stata accusata (ancora) di plagio per "Levitating"

Articolo Successivo
Sangiovanni

Certificazioni Fimi, volano i brani di Sanremo 2022: platino per sangiovanni e Dargen D'Amico, oro per Matteo Romano e Tananai

Articoli correlati

Total
23
Share