Django Music rileva il catalogo di Relief Records EU, con album storici dell’hip hop italiano

Il network ha concluso l’accordo con la label bolognese, portando sotto la propria gestione dischi di artisti come Inoki e Clementino
Django Music - Paura, TY1 e Clementino
Paura, TY1 e Clementino

Più di venti titoli tra album, singoli ed EP di artisti fondamentali della scena rap italiana come Clementino, Inoki, TY1 e molti altri. Questo il “tesoretto” rilevato da Django Dischi, divisione editoriale e discografica del network Django Music, che ha acquisito l’intero catalogo della storica label bolognese Relief Records EU.


Una serie di pubblicazioni che abbracciano gli anni 2005 al 2017, comprendenti capitoli storici del mondo hip hop italiano. Fra gli altri: il primo album di Paura, Octoplus del 2006; l’unico album dei Videomind, trio composto da TY1, Paura e Clementino; il secondo lavoro di Inoki, Fabiano Detto Inoki del 2005; e il secondo disco di Clementino, I.E.N.A. del 2011.


“L’intento di Django Dischi”, si legge in una nota stampa, “è di valorizzare il catalogo, riportando in vita quegli album che hanno contribuito allo sviluppo di questo genere nel nostro Paese”. Tra questi ci sono anche lavori di artisti come Cuba Cabbal e DJ Dsastro, Detox, Fuoco negli occhi, I Fluxer, Kalybrò, Kento, Mastino, Night Skinny, Midihands, Rasklatt5, Resurrextion, Skizo e Unto Ke.

Per farlo è già in cantiere una serie di iniziative: da una parte mirano alla riscoperta di alcuni tra i dischi e i brani meno conosciuti dell’etichetta; dall’altra alla rielaborazione di quelli più noti, dandogli una nuova veste e pubblicandoli sotto vari formati. L’acquisizione include anche la proprietà dei master e la gestione dei formati digitali, che rimangono aggregati sulle piattaforme digitali da Pirames International.

Django Dischi, la neonata label che ha pubblicato finora artisti come Reverendo e Federico Poggipollini, fa parte del network Django Music in cui opera anche Django Concerti. Agenzia, quest’ultima, che si occupa di musica dal vivo con un roster di oltre cinquanta artisti italiani e internazionali.


Articolo Precedente
Snoop Dogg - Mount Westmore - Big Subwoofer - Algorithm

Snoop Dogg compra la Death Row Records. Intanto è accusato di violenze sessuali

Articolo Successivo
Betty Davis

Un ricordo di Betty Davis: perché era una pioniera del funk “liberatorio” e senza pregiudizi

Articoli correlati

Total
7
Share