Certificazioni Fimi: quadruplo platino per tha Supreme, ben 5 per i Måneskin

La 42esima settimana segna una nuova serie di successi, alcuni inaspettati, nella discografia italiana. Fra i dischi Rkomi, Malika Ayane, Lazza e Salmo. Per i singoli, a seguire la band romana anche Pinguini Tattici Nucleari e Noemi con Carl Brave
tha Supreme
tha Supreme, un frame dall’ultimo video pubblicato sul suo profilo Instagram

Nuovo lunedì, nuove certificazioni nel mondo della musica. Alla fine della 42esima settimana dell’anno, la Federazione Industria Musicale Italiana ha pubblicato i risultati relativi ai dischi e ai singoli (sia in formato fisico che in digitale) che hanno ottenuto le ambite targhette di oro, platino e multiplatino nel nostro paese, come sempre in collaborazione con Gfk.

Il nome che spunta in cima alla classifica delle certificazioni con un quadruplo platino ottenuto proprio questa settimana è quello di tha Supreme per il suo album 23 6451, pubblicato il 15 novembre del 2019. Merito forse dell’ultimo singolo pubblicato proprio venerdì scorso, m%n, che ha riportato l’attenzione sulla musica del giovane artista romano. Il suo primo album ebbe un successo strepitoso grazie al singolo trainante, blun7 a swishland, che ha portato una ventata di freschezza nell’urban apprezzato dalle nuove generazioni.

Tutti gli album premiati da FIMI questa settimana

Segue l’elenco di odierne certificazioni Fimi anche il nuovo album di Rkomi, Taxi Driver, che conquista invece il triplo platino. Già protagonista della cover story di Billboard del mese di settembre, il rapper e cantautore si è fatto apprezzare per la sua versatilità, con un album che ha conquistato anche i più scettici.

Subito dopo segue poi a ruota il disco di platino ottenuto da Naïf di Malika Ayane, che a ben sei anni di distanza dalla sua pubblicazione riceve l’ambita certificazione. Il disco conteneva fra gli altri anche il singolo Senza fare sul serio, una delle hit più apprezzate dell’artista. Altro platino spetta invece a Lazza per J, mixtape del 2020 che ospita artisti come Emis Killa, Geolier, Shiva, Guè Pequeno e molti altri.

Ultimo ma non per importanza: il platino conquistato da Flop, l’ultimo album di Salmo che in soli 25 giorni ha sbaragliato le classifiche, e che l’artista festeggia con un post su Instagram:

42esima settimana di certificazioni anche per i singoli italiani

Passando alla categoria singoli, c’è da sbizzarrirsi. Intanto, scommettiamo che prima o poi i Måneskin finiranno anche nella Rock and Roll Hall of Fame? Se l’andazzo è questo pensiamo proprio che sia un degno riconoscimento, dopo il quinto platino ricevuto oggi per Zitti e buoni, il brano con cui la band ha vinto Sanremo e con cui ha anche calcato il palco dell’Eurovision Song Contest, dando il via a una carriera internazionale.

Una bella sorpresa anche per i Pinguini Tattici Nucleari e per Noemi e Carl Brave, che con le rispettive Scooby Doo e Makumba conquistano il triplo platino in questa 42esima settimana di certificazioni.

Fra i singoli che hanno raggiunto ottimi risultati questa settimana c’è anche un’altra piacevole sorpresa dal lontano 1996: Canzone, uno fra i più famosi brani di Lucio Dalla, ha finalmente raggiunto il suo primo platino. A fargli compagnia, fra gli altri, anche Ultimo con Sabbia, Frah Quintale con Amarena e Gabry Ponte, LUM!X & Prezioso con la hit Thunder.

Da non dimenticare, poi, la sfilza di singoli oro in queste certificazioni FIMI: si parte intanto da Kumite, la canzone d’amore contenuta sempre in Flop di Salmo, seguita da Afrodite di Blanco. Ad aggiungersi all’elenco ci sono poi Chiello con Acqua salata (contenuta in Oceano Paradiso) e la hit di TikTok di Ckay Love Nwantiti nel remix di Eunique & Pronto.

Articolo Precedente
Olivia Rodrigo - rock

Il rock riparte (anche) grazie ad artiste pop come Olivia Rodrigo

Articolo Successivo
Burning Piano, Unsound 2021. Foto: Helena Majewska

UNSOUND 2021 a Cracovia è il festival che meglio racconta il presente

Articoli correlati
Total
2
Share