Apple Music lancia il suo primo programma radiofonico in Africa

Africa Now Radio with Cuppy presenterà un mix di suoni africani popolari contemporanei e tradizionali. L’annuncio di Apple Music
Apple Music si allarga
Igor Golovniov/SOPA Images/LightRocket via Getty Images

Ebbene sì: Apple Music sta per lanciare il suo primo programma radiofonico in Africa.

La piattaforma di streaming ha annunciato oggi, giovedì 28 maggio, che domenica 31 maggio prenderà il via Africa Now Radio with Cuppy. Presenterà un mix di suoni africani popolari contemporanei e tradizionali, tra i quali generi come afrobeat, rap, house, kuduro e molto altro ancora.

Cuppy, il DJ e produttore musicale nato in Nigeria, sarà l’host dello show settimanale della durata di un’ora, che sarà disponibile dalle 9:00 EDT.

«Il programma radiofonico rappresenterà un viaggio da ovest a est e da nord a sud. Ma soprattutto sarà una narrazione dell’Africa di oggi», ha dichiarato Cuppy.

Molti artisti africani hanno trovato successo al di fuori del continente e nelle classifiche pop di Stati Uniti e Regno Unito negli ultimi anni. Artisti come Drake e Beyoncé hanno preso in prestito il suono dell’Africa per le loro canzoni, mentre altri come il DJ sudafricano Black Coffee e Davido, Burna Boy, Tiwa Savage, Wizkid e Mr Eazi (tutti con radici in Nigeria) continuano a guadagnare attenzione. E stanno diventando sempre più dei nomi familiari.

L’annuncio di Apple Music arriva la stessa settimana in cui Universal Music Group ha annunciato il lancio di Def Jam Africa, una nuova divisione dell’etichetta incentrata sulla rappresentazione di hip-hop, afrobeat e trap made in Africa. L’etichetta ha affermato che avrà sede a Johannesburg e Lagos ma prevede di firmare talenti da tutto il continente.

Articolo Precedente
Luis Miguel, foto di Omar Cruz

Luis Miguel star nello spot di Uber Eats Messico

Articolo Successivo
Lady Gaga: uscita a sorpresa la sua collaborazione con le Blackpink

Lady Gaga: uscita a sorpresa la sua collaborazione con le Blackpink

Articoli correlati
Leggi di più

2018, fine del monopolio Siae: ecco cosa cambia

Il “liberi tutti” è arrivato poco prima che piombasse sull'Italia una multa dell'Unione europea ma alla fine anche Roma si è decisa: il monopolio sulla gestione dei diritti d'autore non esiste più. Dal 2018 la Siae potrà incontrare sul suo cammino uno o più concorrenti
Total
1
Share